Strategie

Come fare soldi NPL banche Italia

Come fare soldi NPL banche Italia

Tutti sanno della questione NPL in Italia cioè i crediti non performanti in sostanza quelli che non ritornano. La questione affligge i bilanci bancari ed è oggetto di pressione da parte della BCCE che vuole il desrisking cioè ridurre il valore NPL rispetto agli stock attuali.

Ci sono continue news al riguardo, quello che obiettivamente mancava è una mini guida che inquadri l’intero settore. Alla fine l’ho trovata, quasi per caso, sul sito di un operatore di acquisto NPL:

https://www.bancaifis.it/comunicati-stampa/market-watch-npl-gennaio-2020-2/

Il documento è prodotto dall’ufficio studi Banca Ifis e pubblicato “open” per evidente sostegno del proprio business: nulla di male, basta saperlo, e anche giova pensare che sebbene la banca sia entrata nel settore NPL solo nel 2018, la competenza potrebbe provenire dalla recente acquisizione di un operatore specializzato: FBS. Pertanto darei patente di autorevolezza allo studio, con l’obiettivo di trarne alcuni aspetti macroscopici:

  1. BCE ha fissato il rapporto tra NPL e totale crediti (NPE ratio) al 5% mentre il sistema Italia è al 7,7% - ne consegue la spinta a vendere
  2. Vendite NPL previste per 30 - 40 miliardi l’anno
  3. Recupero medio finora registrato: 3% annuo
  4. Stock NPL Italia 352 miliardi (compresi UTP)
  5. Costo di acquisto NPL: in media nella fascia tra 20% e 30% (n.b. crediti assistiti da garanzia GACS, senza garanzia di certo il prezzo è inferiore) - per stare larghi si può dare un percentuale del 33% (un terzo)

In queste condizioni appare evidente l’enorme quantità di affari che sono in corso.

Le banche sbattono via 235 miliardi

Se idealmente domani l’intero stock dovesse essere transato, la ricchezza iscritta a bilancio delle banche si ridurrebbe di -67% * 352 = -235 miliardi. Pulizia di bilancio + grandiosa riduzione di ricchezza.

Dal punto di vista generale si può dire che le banche vendono gli NPL per incassare “maledetti e subito” e anche evitare lo sgradevole compito del recupero crediti.

Il recupero crediti NPL non può che essere redditizio

Viceversa per Banca Ifis e gli altri (non numerosi 1) acquirenti di NPL quale potrà essere la percentuale di realizzo? Si parla di prezzi medi di mercato e si tratta di operatori professionali di grande rilevanza (e anche con capacità di influenza sistemica): c'è da essere certi che non andranno a perdita.

Peraltro la capacità di profitto è determinata dal processo operativo di recupero crediti. In questo ambito mezzi e modalità non sono certo gradevoli, c'è da chiedere a persone fisiche e persone giuridiche (rappresentate da persone fisiche) di pagare i propri debiti: telefonate, lettere, avvocati, mediazioni, procedure giudiziarie …

Che cosa ne viene per chi ha grandi capitali

In pratica questo sistema degli NPL è fatto in modo tale da ridurre la ricchezza complessiva del sistema e trasferire una parte di ricchezza (la differenza tra il 30% e la percentuale di realizzo) a favore di nuovi operatori del settore. I capitali che assistono questi operatori non possono che essere grandi come grandi sono le cifre in ballo. Sarebbe davvero interessante sapere da dove provengono esattamente questi capitali, cioè quale ambito locale/sociale è coinvolto e si arricchisce. Per quanto riguarda Banca Ifis, onore alla trasparenza: la banca è stata fondata da Sebastien Egon Furstenberg ricco di padre, fratello minore del celebre stilista, collegato alla famiglia Agnelli.

Che cosa ne viene per piccoli investitori

Ma se un piccolo risparmiatore volesse investire nel prevedibilmente molto redditizio sistema degli NPL? Fino a qualche tempo fa, no scelta, esistevano fondi di investimento ma solo per investitori istituzionali. Ma da fine 2019 arriva Hera Zest Npe Fund con soglia minima a 125mila euro e un valore fondo chiuso a 200 milioni. Una goccia nel mare di soldi in ballo, ma pur sempre un inizio, una alternativa rispetto al mondo di rendimenti bassi o negativi di altri settori.


  1. Nel 2019, i primi cinque buyer per volumi sono: Quaestio, Banca IFIS, Fortress, Lindorf-Intrum-Caval Investors, Fonspa ↩︎