Debito pubblico un orizzonte infinito

Gennaio 11, 2021 - Tempo di lettura: ~1 minuto

Debito pubblico: la scoperta dell'acqua calda deve certificarla un economista tedesco, se no in Germania non ci credono.

  1. il debito contratto non verrà mai rimborsato, a scadenza sarà sempre sostituito con nuovo debito
  2. il limite dell'indebitamento è la capacità del sistema paese di pagare non il capitale, bensì gli interessi
  3. per effetto della deflazione tassi in picchiata addirittura sotto zero: è più facile pagare gli interessi, quindi gli stati possono fare più debito, possono sostenere più interessi
  4. in Italia si è passati (in soldoni) da emissioni btp a quasi il 4% di pochi anni fa al tasso dell'1% (recente emissione inizio 2021 btp 15 anni); la spesa per interessi si è già ridotta a 50 miliardi rispetto agli 80 di qualche anno fa
  5. il gioco regge finché i tassi sono bassi, un rialzo anche minimo metterebbe in difficoltà la capacità di ripagare la spesa interessi
  6. pertanto è plausibile che tutti (stati, investitori, sistema economico) abbiano interesse a mantenere i tassi bassi e in ribasso

E pertanto è plausibile pensare che:

la deflazione ci accompagnerà per il resto della nostra povera esistenza.

Leggi l'articolo: La Germania inizia a cambiare opinione sul debito?


2021-01-04 Btp 15 anni grande successo

Gennaio 6, 2021 - Tempo di lettura: 2 minuti

E chi l'ha detto che l'Italia è in crisi e lo stato italiano prossimo al default? Grande successo per l'emissione Btp 15 anni del 04 gennaio 2021, rendimento 0,992% al lordo delle tasse.

Lo stato italiano offre 10 (dieci) miliardi e la domanda risponde per ... 105 (centocinque): dieci volte tanto!

btp-15-anni-emissione-4-gennaio-2021-ancora-grande-successo

Sempre le stesse fonti indefinite dicono che gli acquisti provengono in maggior parte da fondi ed enti di investimento stranieri in Europa. Ci si domanderà perché questi soggetti non investano nei ben più sicuri titoli tedeschi: forse perché rende appena -0.567 (col segno meno davanti).

Non mancano i commenti politici come quello del Fatto Quotidiano: vista questa enorme reperibilità di capitali tramite il nostro comune strumento Btp, per quale ragione bisogna aderire al tanto discusso fondo Mes?

La domanda non è infondata. Forse l'osservazione banale è che quando stai in un consesso europeo ci sono delle regole non scritte, implicite. Se viene portato avanti un progetto Mes o quale altro che sia, non sta bene dire "io no perché ci ho di meglio in casa". Anche perché al prossimo giro in cui c'è da chiedere/prendere qualcosa allora l'Europa te la potrebbe far pagare con le famose "condizionalità".

E c'è una (più o meno felice) certezza con cui possiamo affrontare i prossimi anni o forse la vita umana intera. Fin quando i grandi investitori europei comprano così tanta parte del debito italiano, stiamo certi che lo stato Italia non fallirà: essi faranno di tutto per influenzare le scelte di politica in modo da tutelare sia il flusso di interessi negli anni, sia il ritorno dei capitali a scadenza. In queste condizioni, l'Italia è vincolata in Ue e nell'euro.

Comunicati stampa del Mef


Installare Linux dual boot Windows

Gennaio 5, 2021 - Tempo di lettura: ~1 minuto

Linux

Quando hai un computer vecchiotto, ci installi Linux e ricominci a poterlo usare, lo sanno e lo dicono tutti.

Quello che non si sa è il guaio in cui ti vai a cacciare, perché è davvero complicato selezionare la distribuzione Linux che fa al caso tuo (ce ne sono un centinaio e ognuna pretende di essere il meglio).

Alla fine la distribuzione l'ho trovata si chiama Q4OS (ma andava bene anche un'altra chiamata Zorin) e ... ta dah! guarda come funziona bene su un mio notebook di dieci anni di età.

Sopra c'era un ormai lento Windows 10 e che faccio lo sovrascrivo con Linux? Naaa, non sia mai che serva ancora, non me ne privo, e allora occorre fare il così detto "dual boot" (possibilità di avviare il notebook con l'uno o l'altro sistema operativo).

Insomma ore e ore a leggere provare vedere alla fine ce l'ho fatta. Un grande contributo è stato fornito da questa guida online: grazie mille davvero.

https://turbolab.it/dual-boot-778/come-installare-ubuntu-20.04-fianco-windows-10-guida-definitiva-dual-boot-video-81


Fusione nucleare progetto ITER

Gennaio 2, 2021 - Tempo di lettura: 2 minuti

Caradache impianto di fusione nucleare ITER as of 2020

Cadarache è uno sconosciuto paesino vicino a Marsiglia, circa 150km dal confine italiano. Poiché non se ne parla in tv, è generalmente sconosciuto il progetto che ospita: la costruzione di un reattore a fusione nucleare, lo stesso processo di creazione energia che avviene sul sole (n.b. non produce residui tossici e se si rompe non emette radiazioni nocive, solo un gran caldo).

E' un progetto internazionale denominato "Iter", una cosuccia da niente: 3000 persone che ci lavorano, 42 ettari di impianti, decine di edifici, un reattore enorme da 23.000 tonnellate, cavi superconduttori a centinaia di km e magneti giganteschi per creare il campo elettromagnetico capace di contenere il plasma (la cui temperatura va a 150 milioni di gradi).

Addirittura questo progetto è stato pensato dal 1985, a oggi 2020 la notizia è il completamento dell'edifico-impianto del reattore. Da timetable, entrerà in funzione nel 2025.

E sorprende che lo scopo del più grande progetto mondiale sulla fusione nucleare sia ... fare una prova. Sì, perché la fusione è già stata realizzata in altri impianti in giro per il mondo, solo che non si riesce a stabilizzarla (dura pochi secondi). Lo scopo del progetto è deliberatamente produrre 500 MW per 7 (sette) minuti.

In realtà l'obiettivo non può che essere anche un altro: verificare la possibilità di stabilizzare il plasma per produrre energia in modo continuativo. Significherebbe letteralmente accendere il sole in terra e cambiare la prospettiva energetica del pianeta.

https://fusionforenergy.europa.eu/the-story-so-far/


Spazio fluido il fisico che non ti aspetti

Dicembre 31, 2020 - Tempo di lettura: ~1 minuto
  • Lo spazio è vuoto? Certo che no, è pieno di una roba strana chiamata materia oscura.
  • Lo spazio è lineare? Ma lo sanno tutti che è curvo deformato dalla forza di gravità, lo diceva Einstein.
  • Oppure ... oppure no è ancora differente: lo spazio è come una specie di fluido che si irrigidisce all'aumentare della velocità delle masse che lo attraversano.

Una teoria matematica spiega questo fenomeno, con applicazione alla strana orbita di Mercurio (oggetto di una famosa dimostrazione di Einstein) e al rallentamento occorso alle sonde Pioneer.

E da quale brillantissima mente e università proviene questa teoria. Viene da un outsider, tale Marco Fedi preside dell'istituto comprensivo “Convenevole da Prato”.

Lo prenderanno in considerazione per il premio Nobel?

https://www.reccom.org/2020/12/29/lo-spazio-non-e-curvo-e-un-fluido-dilatante-e-i-conti-tornano-un-passo-verso-la-tanto-attesa-gravita-quantistica-2/


Montepaschi e il Piano Isacco

Dicembre 30, 2020 - Tempo di lettura: ~1 minuto

Il 2020 è un anno triste per Banca Mps. Non avviene se non di brutto. Lo stato vorrebbe cedere la banca a Unicredit, Unicredit non vuole (perché sa che ci rimetterebbe).

La prospettiva allarma i politici toscani per il banal motivo che comporterebbe una ristrutturazione delle sedi direzionali a Siena e Firenze. Una perdita non tanto di posti di lavoro (in banca ancora non si licenzia, si prepensiona semmai, oppure si trasferisce) quanto di potere decisionale e indotto per l'economia locale.

Proprio al fine di difendere il territorio, la Fondazione Mps (una volta possedeva la maggioranza di Banca Mps, oggi una inezia) ha da tempo presentato richiesta risarcimento per circa 4 miliardi.

Con l'obiettivo di farseli dare liquidi? Certo che no, una cifra del genere è fuori portata. Piuttosto con l'obiettivo di farsi ricevere un giorno di fine dicembre da Gualtieri e illustrargli una possibile transazione:

tu Mef ci dai la tua quota del 64% azioni banca (valore 650 milioni) e noi Fondazione Mps ci si contenta e si ritira la richiesta risarcimento

Fonti dei servizi segreti (facebook) informano che questa prospettiva ha addirittura un nome evocativo: Piano Isacco.

Chissà nelle segrete stanze che avrà detto Gualtieri, come avrà considerato questa possibilità.

www.gazzettadisiena.it/il-futuro-di-mps-sono-giorni-decisivi/