2021-01-04 Btp 15 anni grande successo

Gennaio 6, 2021 - Tempo di lettura: 2 minuti

E chi l'ha detto che l'Italia è in crisi e lo stato italiano prossimo al default? Grande successo per l'emissione Btp 15 anni del 04 gennaio 2021, rendimento 0,992% al lordo delle tasse.

Lo stato italiano offre 10 (dieci) miliardi e la domanda risponde per ... 105 (centocinque): dieci volte tanto!

btp-15-anni-emissione-4-gennaio-2021-ancora-grande-successo

Sempre le stesse fonti indefinite dicono che gli acquisti provengono in maggior parte da fondi ed enti di investimento stranieri in Europa. Ci si domanderà perché questi soggetti non investano nei ben più sicuri titoli tedeschi: forse perché rende appena -0.567 (col segno meno davanti).

Non mancano i commenti politici come quello del Fatto Quotidiano: vista questa enorme reperibilità di capitali tramite il nostro comune strumento Btp, per quale ragione bisogna aderire al tanto discusso fondo Mes?

La domanda non è infondata. Forse l'osservazione banale è che quando stai in un consesso europeo ci sono delle regole non scritte, implicite. Se viene portato avanti un progetto Mes o quale altro che sia, non sta bene dire "io no perché ci ho di meglio in casa". Anche perché al prossimo giro in cui c'è da chiedere/prendere qualcosa allora l'Europa te la potrebbe far pagare con le famose "condizionalità".

E c'è una (più o meno felice) certezza con cui possiamo affrontare i prossimi anni o forse la vita umana intera. Fin quando i grandi investitori europei comprano così tanta parte del debito italiano, stiamo certi che lo stato Italia non fallirà: essi faranno di tutto per influenzare le scelte di politica in modo da tutelare sia il flusso di interessi negli anni, sia il ritorno dei capitali a scadenza. In queste condizioni, l'Italia è vincolata in Ue e nell'euro.

Comunicati stampa del Mef


Btp giugno 2020 soldi in abbondanza

Giugno 3, 2020 - Tempo di lettura: 2 minuti

In Italia non c'è soldi. Lo stato italiano non è credibile (rating Fitch BBB- ribassato a fine aprile). Lo stato non riuscirà a rifinanziare il debito a scadenza e ci saranno problemi di cassa per pagare le spese. I grandi investitori e i capitali stranieri stanno alla larga dai titoli italiani.

TUTTE SCIOCCHEZZE le recenti aste btp dicono il contrario.

Due settimane fa maggio 2020 fa lo stato vende il "BTP Italia" e raccoglie 22 miliardi cifra record per la tipologia di titolo un poco particolare.

Due giorni fa giugno 2020 emissione del btp decennale ... col botto: richieste per 108 uno-zero-otto miliardi e vendita effettiva per 14 miliardi (non era necessario vendere di più).

Curioso osservare come su tante news si collega questo successo alla rinnovata fiducia dei risparmiatori italiani nel proprio paese-stato: al contrario, nel comunicato stampa del ministero economia e finanze c'è scritto che gli investitori sono 490 quattrocentonovanta quindi solo grandissimi operatori. Per tre quarti sono acquirenti stranieri che evidentemente in Italia cercano il premio-spread rispetto ad analoghi investimenti fatti nei propri paesi. E pensare che tuttu questo accade proprio mentre Fitch ribassa il rating dello stato italiano!

Dall'estero ci amano - e faranno di tutto per mantenerci nelle condizioni di essere amati così tanto!

Comunicato stampa 121 Risultati emissione btp 10 anni (giugno 2020) Comunicato stampa 121

Comunicato stampa 122 Dettagli del collocamento btp 10 anni Comunicato stampa 122